Graffe

Dettagli
Share in FacebookTweet it!

Le graffe sono delle ciambelle fritte che a Napoli vengono preparate soprattutto nel periodo di carnevale. Esse somigliano in parte a quelle che al nord chiamano bomboloni, o ancor meglio ai krapfen. Ciò che li differenzia è la presenza delle patate, tra gli ingredienti. Anche in Sicilia sono molto comuni, solo che lì e tradizione farcirle con crema pasticciera. Sono molto soffici e gustose e il segreto sta nella doppia lievitazione, inoltre bisogna solo stare attenti che l’olio non sia troppo bollente.

INGREDIENTI:

Dosi per 20 pezzi
Tempo di preparazione: 20 minuti + 3 ore di lievitazione
Tempo di cottura : 10 minuti

400 g di farina;
1 uovo;
200 g di patate;
40 g di olio;
40 g di zucchero;
25 g di lievito di birra;
La buccia grattugiata di un limone;
1 bicchiere di latte tiepido;
Olio di semi per friggere;
Zucchero per spolverizzare le graffe.

PROCEDIMENTO:

  1. Sciogliete il lievito nel latte tiepido, nel frattempo lessate le patate con la buccia.
  2. Versate la farina in una ciotola e al centro mettete il latte, l’uovo e le patate che avrete passato nello schiaccia patate..
  3. Incorporate a poco a poco la farina e lavorate l’impasto per almeno 15 minuti, quando il composto sarà diventato liscio e omogeneo, lasciatelo lievitare nella ciotola cosparso con un po’ di farina e coperto con la pellicola trasparente.
  4. Lasciatelo lievitare per almeno due ore, o comunque fin quando non avrà raddoppiato il volume.
  5. Una volta lievitato formate tante ciambelle che sistemerete su un panno e farete lievitare per un’altra ora, dovranno raddoppiare il volume.
  6. Una volta pronte friggetele in abbondante olio non troppo bollente, rigirandole più volte.
  7. Quando saranno cotte mettetele ad asciugare su carta da forno e poi passatele nello zucchero.

Per commentare devi REGISTRARTI

  • News
next
prev